Angela Ongaro Art

Angela Ongaro Art

20 Agosto 2021

Consigli e materiali per disegnare all'aperto la natura

Disegnare all'aperto la natura

Probabilmente ti sarà capitato di aver voglia di sederti in mezzo a un prato, prendere il tuo album da disegno e le matite, e iniziare a disegnare. Tracciare con mano sicura le linee del paesaggio, delle piante e dei fiori che ti circondano, di un animale visto in lontananza. Immergerti nel luogo, nei profumi, nella sensazione del sole sulla pelle e nella luce che fa brillare i colori.

Magari ci hai anche provato, un paio di volte, ma immancabilmente dimenticavi qualcosa di utile (come il cappello o la crema solare!) e quella che doveva essere un’esperienza bellissima si è trasformata in un mezzo disastro.

Disegnare all’aperto è molto diverso rispetto al disegnare in studio, al riparo da sole, nuvole e insetti. Spesso, dimenticare un oggetto o non prevedere una possibile situazione può rovinare la giornata.

Ecco perché ho scritto questo articolo, frutto della mia esperienza sul campo, per darti degli spunti utili per quando vorrai provare tu. Perché, nonostante i possibili imprevisti, disegnare dal vero, all’aperto, è una delle cose più belle del mondo.

Materiale utile per disegnare all’aperto

  • Zaino o borsa per portare il materiale: che sia comoda e non faccia venire mal di schiena se la si deve portare per tratti un po’ lunghi, soprattutto se è pesante.
  • Album da disegno: meglio un formato A3, ma anche un A4 va bene. Se preferisci, esistono vari taccuini (o sketchbook), ma possono essere scomodi per l’appoggio del polso. Pensa a come hai organizzato la tua uscita (è un posto comodo, dove troverai degli appoggi o dovrai tenere l’album tutto il tempo sulle gambe?) e regolati in base a quello, e a quello che più ti piace utilizzare per disegnare.
  • Matite: un’HB è d’obbligo. Se volessi aggiungere un po’ di chiaroscuro veloce, potresti abbinarla ad una 4B, oppure prendere tutte le matite che ti occorrono per fare il chiaroscuro. Questo dipende da una tua scelta stilistica e da quanto peso vuoi portare.
  • Gomma bianca.
  • Temperino, e un contenitore per raccogliere gli scarti temperati (cerchiamo di non lasciare tracce del nostro passaggio, anche se fossero cose biodegradabili).
  • Un seggiolino (tipo quelli da pescatore) o una sedia pieghevole; non troppo grande, se devi portarla a spalla insieme allo zaino.

Se, come me, ti capita di andare a camminare in montagna e per rifugi, non sempre puoi portare tutti gli oggetti che vorresti per disegnare. In questi casi è d’obbligo scegliere bene gli strumenti che si mettono nello zaino, perché il peso dello zaino può fare molta differenza.

Ecco quindi una selezione ridotta all’osso di oggetti per disegnare, che non occupino troppo spazio o peso.

Mini-kit per disegnare all’aperto

  • Taccuino;
  • matita micromina con gomma.

Se la matita che utilizzi non ha la gomma, puoi aggiungere una gomma di precisione a punta tonda: è piccola e non pesa molto.

Altri oggetti utili

Ai materiali per disegnare, è utile aggiungere anche altri oggetti, come:

  • cappello, crema solare;
  • occhiali da sole (se vuoi fare il chiaroscuro, ogni tanto toglili e controlla il tuo disegno);
  • elastico per capelli, se serve raccoglierli per il caldo o per comodità;
  • fazzoletti e caramelle;
  • anti-insetti;
  • acqua da bere e spuntini e/o pranzo al sacco (mi raccomando di riportare a casa tutti i rifiuti, o di gettarli nelle apposite aree; non inquiniamo posti che ci hanno ispirato!);
  • documenti vari e qualche soldo per varie ed eventuali (parcheggi, spuntini, emergenze);
  • burrocacao, se come me lo usi anche d’estate;
  • vestiti comodi e adatti al luogo e alle temperature dove andrai (mare, montagna, bosco, prato, autunno, estate, ecc.);
  • una felpa o un gilet antivento a seconda delle previsioni meteo. Se si sta fermi a lungo, può essere utile anche un paio di guanti con mezze dita;
  • se hai allergie particolari regolati di conseguenza, su cosa aggiungere nello zaino: v. punture vespe, pollini, ecc.;
  • in questo periodo particolare è meglio portare anche un gel mani disinfettante e la mascherina, per ogni evenienza (se vuoi bere un caffè in un rifugio o altro, ti serviranno).

Se vuoi, qui puoi scaricare una lista promemoria per quando andrai a disegnare all'aperto.

Consigli vari per disegnare all'aperto

  • Controlla sempre il meteo e cerca di prevenire possibili cambiamenti (ad esempio: si potrebbe alzare un po’ di vento, quindi un gilet antivento potrebbe far comodo, ecc.).
  • Informati sempre se la zona dove vuoi andare a disegnare fa parte di un’area protetta: in quel caso ci saranno un paio di accortezze in più da avere. Di solito trovi tutto specificato sul sito del Parco o della Riserva. Potresti dover prenotare l’ingresso: chiedi sempre se è possibile fermarsi a disegnare all’interno dell’area, e quali sono gli accorgimenti da rispettare.
  • Se vuoi disegnare all’interno dei parchi di ville antiche o di giardini botanici, o di parchi/oasi faunistici, o altre zone dove è necessario pagare un biglietto per accedere, chiedi sempre il permesso per disegnare e le condizioni da rispettare. Di solito non ci sono problemi, soprattutto se si disegna, poiché i materiali e l’ingombro sono molto più contenuti rispetto alla pittura.
  • Togli il sonoro al cellulare. Anzi, meglio ancora sarebbe togliere le notifiche o metterlo in modalità aereo, in modo da non essere disturbati e non rovinare l’atmosfera del luogo e gli animali con continui bip bip. Tienilo giusto per fare due foto ricordo, e per le emergenze.
  • Se hai con te un cane ricordati di tenerlo legato e accanto a te, così non dovrai rincorrerlo tutte le volte che vede qualcosa di interessante, facendoti perdere la concentrazione, e non disturberà la fauna selvatica.
  • Se sei alle prime armi e ti fa piacere, e l’uscita lo consente (cioè non devi portare uno zaino ridotto al minimo), puoi portare un libro per riconoscere le piante e gli animali che potresti vedere; esistono anche delle app interessanti, se non vuoi portare un ulteriore peso, ma calcola che può capitare di non avere campo, e quindi le potrai usare solo al rientro.
  • Se essere osservati da altre persone ti mette a disagio (è normale che siano curiose, non capita tutti i giorni di vedere qualcuno disegnare all’aperto), cerca di scegliere posti poco frequentati o metti delle cuffie con la musica. Secondo me in questo modo si perde una parte della bellezza del disegnare all’aperto, però in alcune occasioni (dove non c’è altro modo per cercare di concentrarsi un po’) va più che bene usarle.

Magari ora hai preparato la borsa o lo zaino e non vedi l'ora di uscire all'aperto a disegnare. Hai già la mano sulla porta, ma qualcosa ti frena: "E se venisse un pasticcio? Forse è meglio rinunciare..."

Ecco, no. Esci lo stesso, trova un posto che ti piace e inizia a disegnare ciò che più ti ispira.

Se proprio non ti senti sicuro a provare da solo, puoi venire a uno dei laboratori di disegno all'aperto che organizzo, per fare un'esperienza dal vivo insieme ad altri appassionati di arte e natura.

  • Condividi:
Angela Ongaro
Mi presento sono Angela Ongaro, artista e insegnante di disegno. Vivo immersa nei paesaggi montani della Valle Seriana, tra torrenti e sentieri e boschi e laghi. Qui ho imparato a conoscere il potere e la bellezza della natura. Un tesoro che appartiene a tutti noi e in cui tutti possiamo sentire di appartenere a qualcosa. Il nostro mondo. Con tutte le sue meraviglie.
SCOPRI DI PIù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

lasciati ispirare

La bellezza e la natura sono di tutti e hanno il potere di farci sentire più liberi e in equilibrio.

Nella mia newsletter trovi curiosità e approfondimenti sul mondo dell’arte e della natura, per aiutarti a riscoprire il Bello e sentirti più ispirato ogni giorno.

Ti porterò anche dietro le quinte del mio studio, condividendo con te le mie nuove opere e i corsi in anteprima.

Mi iscrivo

Sono Angela Ongaro, artista e insegnante di disegno di Gandino. Disegno e dipingo ciò che mi meraviglia per farti meravigliare insieme a me davanti alle bellezze della Natura. 

© 2022 Angela Ongaro Art | P.IVA 04283460162 | Privacy Policy | Termini e condizioni
Brand & Web design Miel Café Design
usercartcrossmenuchevron-down